Come perdere il grasso molle


La costanza è un elemento fondamentale quando vuoi sbarazzarti del muffin top e smaltire il grasso in eccesso. Qualunque sia il tuo programma di allenamento, assicurati di poter fare attività fisica almeno 3 giorni a settimana, in modo da muoverti abbastanza da sconfiggere l'adipe accumulato nella zona addominale.

come perdere il grasso molle

Il grasso addominale è ostinato e difficile da eliminare, pertanto devi diversificare l'attività fisica per evitare di entrare in una fase di stallo. Man mano che i muscoli si abituano a un particolare esercizio, quest'ultimo non risulterà più efficace nel corso del tempo. Apportando qualche cambiamento ti assicurerai che un'ampia varietà di gruppi muscolari continuino a lavorare e, alla fine, brucerai una quantità maggiore di grasso.

come perdere il grasso molle

Anche se puoi certamente eseguire gli stessi esercizi due volte di seguito, prova a modificarli almeno 2 giorni a settimana. Per ottenere il massimo dalla tua attività fisica, prova a eseguire alcuni scatti di circa 20 secondi o 1 minuto ciascuno, all'interno di un allenamento cardio ad alta intensità.

Per eliminare l'odioso muffin top dovrai diminuire la percentuale di grasso corporeo totale, non solo quello depositato sull'addome.

È quindi fondamentale introdurre il potenziamento di tutti i gruppi muscolari nel tuo piano di allenamento. Lavorando con tutto il corpo, riuscirai ad aumentare la massa magra e, di conseguenza, potrai bruciare più calorie durante il giorno, riducendo l'adipe localizzato sull'addome.

Spesso, questa pancia rimane in chi ha perso molti chili ed è difficile liberarsene perché rispetto al grasso viscerale si tratta di un tipo di grasso più ostinato. Occorre quindi agire su due fronti. Una fetta di pane tostato al mattino al posto di merendine, biscotti o cereali. Un piatto di pasta al dente o riso con verdure e proteine da crostacei, molluschi, albumi o affettati magri o carni magre.

I semplici esercizi per gli addominali non bastano a eliminare il muffin top, quindi ti conviene allenare questi muscoli in modo mirato e contemporaneamente seguire un allenamento cardiovascolare che interessi tutti i distretti muscolari.

Per esempio, le varianti del plank agiscono su tutto come perdere il grasso molle core e ti aiutano a scolpire il girovita.

  1. Via la pancia molle con l'ippocastano - albertocapo.it
  2. 3 Modi per Eliminare il Grasso sulla Pancia in 2 Settimane
  3. Come eliminare la pancia molle o grasso addominale sottocute | Dimagrire la pancia
  4. Problemi di grasso addominale?
  5. Le verdure hanno poche calorie e contengono molte vitamine, antiossidanti e fibre in grado di mantenerti sano e sazio.
  6. Les mills bruciare i grassi

I plank jumping jack plank con saltelli a gambe divaricateil side plank plank lateralei leg pull-in flessioni del bacino sul torace e i mountain climber flessioni delle ginocchia al petto in modalità alternata sono tutti ottimi esercizi per gli addominali che hanno l'ulteriore beneficio di scatenare una blanda attività cardiovascolare. Oltre all'allenamento cardiovascolare e al potenziamento muscolare, anche camminare è un ottimo modo per smaltire il grasso addominale.

Dimagrire: come perdere il grasso sottocutaneo, le migliori strategie Cos'è il grasso sottocutaneo?

In questo modo non avrai tempo di pensarci troppo e cambiare idea. Per stimolarti a camminare di più, prova a percorrere a piedi i posti che normalmente raggiungeresti con la macchina oppure parcheggia più lontano dall'ingresso degli edifici in cui sei solito recarti.

Adiposità Localizzata

Ogni giorno farai più passi senza nemmeno rendertene conto. Anche se lo yoga è considerato una ginnastica dolce, è risaputo che è abbastanza efficace nel ridurre il grasso corporeo totale, incluso quello depositato sull'addome.

come perdere il grasso molle

Inoltre è un ottimo antistress in grado di abbassare i livelli di cortisolo ed eliminare il muffin top. Ti mantengono sempre in movimento, aiutandoti a bruciare più calorie e ridurre il grasso corporeo totale. Questi due effetti favoriscono a loro volta la riduzione del grasso corporeo più difficile da smaltire.

Se riusciamo a capire qualcosa in più su queste variabili potremo anche decidere come agire nel modo più efficace e quali strategie adottare: ne avevo già parlato in questo articolo. Il grasso addominale si traduce infatti in un aumento della circonferenza vita, che oltre determinati valori rappresenta un fattore di rischio indipendente per quanto riguarda molte malattie, altrimenti prevenibili. Già ti avevo parlato infatti della differenza tra il grasso viscerale e quello di tipo sottocutaneo. Entrambi sono collegati ad un eventuale sovrappeso o obesità, ma tra i due possiamo sostenere che il grasso viscerale è il più pericoloso: si posiziona attorno agli organi che regolano il metabolismo come il fegato e il pancreas e interferisce con il normale lavoro svolto da questi organi. Il grasso di tipo sottocutaneo invece è meno connesso con le patologie di tipo metabolico e potremmo quindi definirlo meno grave per la salute, anche se è più difficile da eliminare perché è come se fosse intrappolato e difficilmente utilizzabile.