Lo Chef Alberto

Ph Monaro111

 

Alberto Capo nasce a Pellestrina di Chioggia (VE) il 10 Gennaio 1978.

La carriera di cuoco inizia con la formazione alberghiera presso la scuola alberghiera di Chioggia dove apprende le basi del mestiere oltre ad incontrare la sua anima gemella, ed attuale moglie, Marina.

Terminati gli studi Alberto inizia subito a lavorare presso l’Hotel Belvedere al Lido di Venezia dove si cimenta per la prima volta concretamente nella professione di cuoco.

All’età di 17 anni Alberto compie già un grande ed importante passo entrando nello staff del ristorante “Do Forni” di Venezia sotto la guida del celebre Eligio Paties Montagner.

La brigata di cucina è composta da 12 cuochi di comprovata esperienza (età media 50 anni) e per Alberto è un occasione importantissima di crescita: riesce infatti a carpire e studiare segreti e tecniche di alcuni dei cuochi migliori del mondo.

Il Ristorante “Do Forni”, oltre al servizio al proprio interno, si occupa in quel periodo di numerosi catering di alto livello: ad Alberto viene affidata la preparazione dei piatti, la gestione delle merci e del setup degli eventi di gala presso il palazzo Pisani Moretta. Questa esperienza, in particolare, l’ha formato per quanto riguarda la gestione di linee di servizio volte ad accontentare un grande numero di ospiti mantenendo comunque standard di altissimo livello.

Al ritorno dal servizio di leva ad Alberto viene affidata la gestione della serata di lancio del ristorante Canalettos presso il Chelsea Village Hotel di Londra.

Alberto rimane in totale quattro anni al ristorante Do Forni, anni determinanti per la sua formazione e che gli regalano un’esperienza inestimabile, passati i quali decide di seguire il collega ed amico Carlo Lazzaron all’Hotel Monaco & Gran Canal, sempre a Venezia. In questa nuova location, dove la cucina è più ricercata e orientata maggiormente all’ambito gourmet, Alberto si occupa della gestione dei piatti freddi e crudi.

In seguito a questa lunga parentesi veneziana Alberto decide di tornare alla propria città natia, Chioggia, dove entra nello staff del rinomato Hotel Grande Italia fino a quando non si presenta l’occasione di rilevare il Ristorante Mano Amica di Piazza Vigo (ristorante storico di Chioggia), proprio di fronte all’Hotel Grande Italia e con il quale condivide il bellissimo scorcio del Ponte di Vigo, della laguna e del Leone di Chioggia.

I primi anni Alberto si adatta alla cucina della tradizione chioggiotta proposta dalla precedente gestione ma dopo un periodo nel quale si concentra sulla formazione del nucleo familiare con la moglie Marina e arriva la gioia della nascita della figlia Alessandra, Alberto inizia a sentire l’esigenza di cambiare e ritornare ad esprimere la propria creatività, le capacità apprese nelle importanti esperienze veneziane ed internazionali.

Nel 2012 Alberto inizia così un percorso di rinnovamento dell’immagine del proprio locale che sfocia nel 2013 in una partnership di alcuni mesi con il celebre chef e pasticcere veneziano Andrea Zanin durante la quale Alberto riscopre la passione per la sperimentazione, per la ricerca dell’equilibrio di sapori e per la ricerca delle materie prime di altissima qualità che consentono di creare piatti degni della cucina gourmet.

Nel 2014 il ristorante Mano Amica diventa così Ristorante Alberto Capo, segnando un cambio di passo e una svolta importante per un ristorante simbolo della città.

Ciò che contraddistingue il nuovo corso del ristorante è ricerca di qualcosa che va oltre la preparazione dei piatti della tradizione chioggiotta e veneziana.

Il Ristorante Alberto Capo si propone di rivisitare i piatti della tradizione intrecciandone le preparazioni con accostamenti e sapori derivanti dalle esperienze internazionali di Alberto e Andrea Zanin oltre che migliorandone la presentazione applicando ai piatti la ricerca estetica tipica della pasticceria veneziana.

Le materie prime sono ora prodotti IGT, IGP, DOP, presidi Slow Food ed i vini proposti sono tutti importanti vini ampiamente segnalati e premiati all’interno delle guide più prestigiose del nostro paese.

Un progetto ambizioso e pionieristico a Chioggia, città ancora fortemente legata alla tradizione locale, e che solo in questo ultimo periodo inizia a guardare con favore le esperienze proposte dalla cucina italiana ed estera.